Friday 27 January 2017

Tito Ceccherini torna al Capitole di Toulouse

Dopo il grande successo di Béatrice et Bènedicte che ha inaugurato la presente stagione ("Fin dalle prime battute della celebre Ouverture di quest'opera il tono è definito. Gli archi volteggiano, brillano, irradiando verve, il suono dell'Orchestre du Capitole è cantabile, corposo, il ritmo imperioso: in buca indubbiamente Berlioz è presente. Tito Ceccherini dirige quest'opera, per la prima volta, con stile incredibile" Robert Pénavayre su Classictoulouse.com), Tito Ceccherini torna al Théatre du Capitole de Toulouse per dirigere Die Entführung aus dem Serail.

Recite il: 27 gennaio (h. 20), 29 gennaio (h. 15), 31 gennaio (h. 20), 3 febbraio (h. 20) e 5 febbraio (h. 15).

Thursday 12 January 2017

Guido Rimonda presenta il progetto Le Violon Noir

Le Violon Noir:   Musiche di N. Paganini, M. Ravel, L. Giannella, E. A. Ysaye, J. Williams, G. Tartini, C.W. Gluck.

Diavoli, streghe, ossessioni e funerali aleggiano nella storia del violino e dei violinisti. A partire dalla morte violenta del violinista Jean-Marie Leclair, pugnalato alla schiena, il cui cadavere fu ritrovato senza abbandonare l’abbraccio con il proprio violino, uno Stradivari 1721, da allora soprannominato   Le Noir per quella macchia nera lasciata dalla mano destra irrigidita del violinista, quello che oggi suona Guido Rimonda, che propone alcuni dei brani più celebri

vedi video

Thursday 12 January 2017

Rafal Blechacz

Prossimi impegni: 

- Bilbao e Alicante con Camerata Salzburg Mozart K 271
- récital a Berlino, Monaco di Baviera,  Parigi Philharmonie,  Flageu a Bruxelles, 
- Stati Uniti: New York,  Minneapolis con Osmo vanska (Brahms nr 1), San Francisco
- Basilea. la Chaux de Fonds, Friburgo, Lucerne e Colonia con Kammerorchester Basel e Trevor Pinnock, Beethoven nr 3
- Vienna Konzerthaus con ORF  e Cornelius Meister  Chopin nr 2
- Montreal  con Kent Nagano, Beethoven  5

5

Thursday 12 January 2017

Piotr Anderszweski

Warner Classics è lieta di annunciare l’uscita del nuovo album, dedicato a Mozart e Schumann, del pianista polacco Piotr Anderszewski. In allegato la cover dell’album e una foto promozionale.

L’uscita del nuovo album viene anticipata dal concerto di Piotr Anderszewski il 23 gennaio a Milano, Sala Verdi del Conservatorio, per Serate Musicali. Per maggiori informazioni: http://www.seratemusicali.it/

 “Percepisco nella musica di entrambi i compositori una similarità di approccio nel modo in cui danno forma fisica alle loro ispirazioni. L’arduo confronto col foglio bianco, per entrambi semplicemente non esiste. E qui troviamo un’importante, preziosa similarità fra Mozart e Schumann: una diretta connessione con la loro musica, per cui la purezza dell’intenzione musicale rimane intatta.” Piotr Anderszewski

Monday 9 January 2017

Successo di Davide Cabassi con il CD dedicato a Hermann Goetz

"c’è da rallegrarsi che ora anche i Concerti per pianoforte [di Goetz] siano disponibili in una registrazione perfettamente riuscita…
i musicisti suonano meravigliosamente, e ciò vale in misura assolutamente particolare anche per il pianista italiano Davide Cabassi
Davvero grande classe!"

Piano Concertos - PIANO-News 1/2017

Sunday 18 December 2016

Maxim Emelyanychev acclamato a Zurigo

Maxim Emelyanychev sta ottenendo un grandissimo successo all'Opera di Zurigo dove dirige la nuova produzione de Il ratto dal serraglio. Ultime recite il 18 e 21 dicembre.

« Ecco un altro giovane genio della direzione di fronte all’orchestra zurighese La Scintilla. Maxim Emelyanychev, 28 anni russo, ma cosa significa “trovarsi” davanti a questa orchestra? Il sensibilissimo sottile direttore anticipa la musica e la disegna nell'aria danzando, senza bacchetta, sempre in movimento. E la musica vibra tra pianissimi leggeri come sospiri e tre forte squillanti come timpani, mettendo soprattutto in risalto la stratificazione miracolosa dei suoni di Mozart. » Badische Zeitung 09.11.2016

« Difficile de détacher les yeux du chef russe pendant les deux heures et quelques de concert tant il semble traversé par la musique comme par un courant, vital et spontané ... et savamment alimenté par sa formation auprès l'immense Gennady Rozhdestvensky. Il ne s'agit pas de crier avec imprudence et grandiloquence au génie, mais devant cette maestria et cette façon de gambader en liberté dans la musique, on se prend un instant à imaginer, comme ça pour le plaisir, la verve de Mozart dirigeant son œuvre à 26 ans, quasiment au même âge. »  Concert Classic.com, Philippe Carbonnel