sabato 25 marzo 2017

Stanislav Kochanovsky torna sul podio dell'Orchestre National de Lyon

Dopo il grande successo al suo debutto nel 2015, Stanislav Kochanovsky torna a dirigere l'Orchestre National de Lyon con due concerti il 25 e 27 marzo.
In programma musiche di Smetana, Chopin e Bartok (Concerto per Orchestra).

Il ritorno a Lione è un esempio della positiva accoglienza dei recenti debutti di Kochanovsky con orchestre quali la Rotterdam Philharmonic, l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Royal Flemish Philharmonic, che lo vedranno tornare nella presente e prossima stagione.

domenica 19 marzo 2017

Daniel Smith dirige L'elisir d'amore a Genova

Dopo i recenti debutti con la London Philharmonic, la Czech Philharmonic, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, la Warsaw Philharmonic, la New Japan Philharmonic e dopo il grande successo al suo debutto nel marzo 2016, Daniel Smith torna al Teatro Carlo Felice di Genova e questa volta per dirigere un titolo operistico: L'elisir d'amore.

Recite il 19, 21, 22, 25, 26 e 28 marzo 2017.

sabato 18 marzo 2017

Philipp Kopachevsky e Stanislav Kochanovsky visti da Angelo Foletto

Bella recensione di Angelo Foletto su La Repubblica per Philipp Kopachevsky e Stanislav Kochanovsky insieme all'Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi:
«Nella lettura brillante ma attenta che Kochanovsky fa del concerto spicca il ruolo dell'orchestra: l'introduzione "suona" ciaikovskiana e i dialoghi pianoforte- «tutti» evocano un sinfonismo concertistico che l'ingenua scrittura d'autore non sempre considera. L'idea musicale funziona perché al pianoforte Kopachevsky lavora sui dettagli, non cede alle lusinghe facilmente espressive della linea solistica. Predilige la disarticolazione e la parsimonia nell'uso del pedale, il fraseggio spezzettato ai grandi "legati". Così perfino il singolare rapsodismo dell'Allegro maestoso scorre logico, e nessun elemento affettato o sterilmente ornamentale corrompe la purezza e tenuta della condotta interpretativa. La bella prova di disciplina e reattività dell'orchestra si replica in Bartók. Kochanovsky del Concerto per orchestra ha una visione "ottocentesca" e lo dirige col vigore di un poema sinfonico post-ciaikovskiano. Non usa la lente d'ingrandimento per evidenziare la bravura dei singoli reparti ma punta alla prospettiva d'assieme delineando una narrazione orchestrale in cui echi foklorici, nostalgie barocche e suggestioni parajazzistiche convivono in fantasiosa combinazione di emozioni e umori.»

venerdì 17 marzo 2017

Andrea Lucchesini e Schubert

Le ultime tre Sonate per pianoforte di Schubert, scritte contemporaneamente nell’ ultima estate di vita, formano la più impressionante trilogia della storia della musica, ancora più sconvolgente di quella beethoveniana per densità emotiva e concentrazione temporale.

Andrea Lucchesini, interprete ideale di Schubert per indole e affinità elettiva, ha deciso di cimentarsi in questa impresa con una formula particolare, quella del racconto, grazie all’ intervento del giornalista e scrittore Sandro Cappelletto,

Milano, Società del Quartetto 14 marzo
Roma, Accademia Filarmonica, 16 marzo
L'Aquila, Società Aquilana dei Concerti, 26 marzo
Sassari, Teatro Verdi, 31 marzo

venerdì 17 marzo 2017

Piotr Anderszweski

Riccardo Lenzi - L'Espresso 12 marzo 2017

L'arte raffinata del pianista Piotr Anderszewski

CD Fantasies  (Mozart e Schumann)  Warner Classics

Anderszewski rivela la stessa raffinatezza empatica in una toccante  esecuzione dell'utima opera per pianoforte di Schumann, le cosiddette Geister-Variationenen

giovedì 16 marzo 2017

Pascal Rophé

Ottima accoglienza di pubblico e critica per  il Concerto con la BBC Symphony Orchestra di Londra, dedicato a Dutilleux, e  con l'Orchestre Philharmonique di Radio  France con un programma  comprendente  il Concerto per violoncello di Schoeller

Dutilleux
"C'est pourtant  ici une révélation .....l'interpretation en est idéale  pas con impact dramatique et sa logique de construction........

 

 

lunedì 27 febbraio 2017

Andrea Lucchesini e Fabio Luisi al Maggio musicale

"Lucchesini vi sfodera un suono pieno, sontuoso, rivestito di velluto, e una spiccata sensibilità cameristica al dialogo con orchestra e voci. Perfino quando, di rado, la sua parte sta in secondo piano, lui non smette di raccogliere spunti espressivi e suggerirne a chi gli sta attorno."

leggi

martedì 21 febbraio 2017

Mistuko Uchida

Mitsuko has won a Grammy for her recording of Schumann and Berg songs with Dorothea Röschmann, tied with Ian Bostridge’s Shakespeare Songs. She said she was amazed!

 

sabato 18 febbraio 2017

Debutto di Daniel Smith con la Czech Philharmonic

Dopo i recenti debutti con la London Philharmonic, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, la Warsaw Philharmonic, la New Japan Philharmonic, l'Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, il 18 febbraio Daniel Smith dirige per la prima volta la Czech Philharmonic.

In programma:
Richard Wagner Siegfried Idyll
Dmitri Shostakovich Cello Concerto No. 1 E Flat Major, Op. 107 (sol. Andrei Ionita)
Ludwig van Beethoven Symphony No. 8 F Major, Op. 93