Patrick Gallois


Flautista & Direttore d'orchestra

Patrick Gallois appartiene alla nuova generazione di musicisti francesi acclamati in tutto il mondo e si è affermato sia come solista che come direttore d’orchestra.

Ammesso al Conservatorio di Parigi a 17 anni nella classe di Jean-Pierre Rampal, a 21 anni è diventato Primo Flauto dell’Orchestre National de France, con Lorin Maazel come Direttore Musicale. Ha quindi iniziato una carriera che lo ha portato a suonare ed incidere con i più celebri direttori d’orchestra del momento tra i quali Leonard Bernstein, Seiji Ozawa, Pierre Boulez, Karl Bohem, Eugene Jochum, Sergiu Celibidache. Durante questo periodo ha studiato con Leonard Bernstein e Sergiu Celibidache.

Nel 1984 ha deciso di dedicarsi soprattutto alla carriera solistica che lo ha portato in tutto il mondo a partire dal Giappone dove, sono in un anno, la sua incisione dei Concerti di Mozart ha venduto oltre 100,000 copie. Questo successo straordinario ha portato al contratto in esclusiva con la Deutsche Grammophon.

Viene invitato regolarmente dalle più prestigiose orchestre e festival in Europa e Asia ed effettua tournée in Germania, Giappone e Israele. Insegna alla prestigiosa Accademia Chigiana di Siena e al Banff Centre for the Arts in Canada.

Da oltre 12 anni la sua carriera si sviluppa anche nella direzione d’orchestra con il contratto in esclusiva con la Naxos. Patrick Gallois è stato Direttore Musicale della Sinfonia Finlandia Jyväskylä per nove anni, effettuando tournée in Francia, Polonia, Giappone, Spagna, Germania, e incidendo oltre 40 CD per la Naxos fra cui le prime Sinfonie di Haydn, Mauricio Kagel e Peteris Vasks. Nel 2014 sono usciti i dischi dedicati ai balletti di Massnet con l’Orchestra Sinfonica di Barcellona, ai concerti per pianoforte di Mozart con Idil Biret e i London Mozart Players mentre in febbraio 2015 tutte le Sinfonie di Michael Haydn con la Czech Chamber Orchestra.

Il repertorio di Gallois è estremamente vario, con una forte inclinazione per la musica contemporanea. Ha eseguito in prima mondiale diversi concerti, fra cui il Concerto n.2 di Eric Tanguy e il Concerto di Sallinen. Esegue regolarmente il Concerto di Rautavaara, e i Concerti di Takemitsu e Penderecki. Gli sono state dedicate molte nuove composizioni, tra cui il Concerto per flauto di Kristof Maratka, il Concerto n. 2 per flauto di Marcel Landowski, il Concerto per flauto ed arpa di Renaud Gagneux, i Concerti di Jacques Desbrière, Kristos Hartsis e Kai Nieminen.

2015-16 (luglio 2015)Non modificare senza autorizzazione.