Maxime Pascal


Maxime Pascal ha iniziato gli studi di pianoforte e violino molto giovane nella sua città natale proseguendoli poi, a partire dal 2005, con François-Xavier Roth al Conservatorio di Parigi.

Nel 2008, ancora studente, ha co-fondato l’orchestra Le Balcon (da Jean Genet), un complesso la cui caratteristica è l’integrazione fra la musica e le più avanzate tecniche di riproduzione del suono, sviluppando una propria personale visione dello spettacolo musicale, esperienza che lo ha portato in contatto con musicisti come Pierre Boulez, Geroge Benjamin, Michael Levinas. Del settembre 2016 il debutto discografico con una versione particolare della Sinfonia Fantastica di Berlioz, a cui ha lavorato con Arthur Lavander.

Nel 2013 l’Athénée Lous Jouvet diventa la base di Le Balcon e vi vengono rappresentate mole opere, ultima delle quali Le Balcon di Peter Eotvoes. Nello stesso tempo, affascinato dalle opere di Stockhausen, lavora a stretto contatto con Suzanne Stephens e Kathinka Pasveer a Colonia.

Maxime Pascal ha diretto molte importanti orchestre europee ed è stato ospite di grandi Festival. Nel corso della stagione 2016/17 dirigerà la prima mondiale della nuova opera di Lavandier con Le Balcon all’Opéra di Lille, sarà protagonista di un progetto speciale alla Cité de la Musique, farà una tournée in Giappone con il balletto dell’Opèra de Paris, dirigerà la nuova opera di Salvatore Sciarrino al Teatro alla Scala e sarà ospite del Festival di Spoleto.

Fin dal 2012 è sponsorizzato dalla Fondation Orange e dal 2010 è residente presso la Singer-Polignac Foundation. Nel 2011 l’Accademia delle Belle Arti dell’Istituto Francese gli ha assegnato il Premio per la Musica della Fonazione Simone e Cino Del Duca e nel 2014 è stato il primo francese a vincere il Premio Nestlé e Festival di Salisburgo per giovani direttori.

Aprile 2017