Jean-Efflam Bavouzet


"Jean-Efflam Bavouzet ci fa ascoltare la musica come se fosse per la prima volta: sì, ecco che cosa intendeva il compositore". (Financial Times).

Uno dei più affascinanti interpreti della sua generazione, il multi premiato pianista Jean Efflam Bavouzet collabora regolarmente con direttori come Marc Albrecht, Andrew Davis, Valery Gergiev, Neeme Järvi, Ingo Metzmacher, Gianandrea Noseda, Daniele Gatti, Vladimir Jurowski e Andris Nelsons.

I principali impegni della stagione 2015/16 includono i debutti all’Opernhaus di Zurigo con Gianandrea Noseda. Successivamente tornerà all’Orchestre National de Belgique con Ion Marin e con l'Orchestra della Svizzera Italiana di Lugano sotto la direzione di Vladimir Ashkenazy. In Italia suonerà con l’Orchestra Haydn di Bolzano diretta da Dietrich Paredes.

Negli Stati Uniti ritorna alla Cleveland Orchestra con Vladimir Jurowski, alla San Francisco Symphony con Yan Pascal Tortelier e alla Seattle Symphony Orchestra con Ludovic Morlot mentre in Australia suonerà a Melbourne con Sir Andrew Davis.  Sarà anche in tournée nel Giappone con i Concerti per pianoforte di Beethoven e Mozart, sotto la guida di Vladimir Ashkenazy.

Bavouzet è invitato regolarmente a dare récital al South Bank Centre e alla Wigmore Hall, alla Cité de la Musique e all’Opéra National de Paris, ai Festival di la Roque d’Antheron e Piano aux Jacobins, al Concertgebouw di Amsterdam, alla Concert Hall di Pechino, dove gli è stato assegnato il premio Classical Elites Bejiing Instrumental Recital per il ciclo delle Sonate di Beethoven.

Ha un contratto in esclusiva con l’etichetta Chandos e le sue incisioni hanno ricevuto numerosi premi. Nel 2014 l’incisione dell’opera omnia dei Concerti di Prokofiev con la BBC Philharmonic e Gianandrea Noseda ha vinto nella categoria Concerti dei Gramophone Awards. E’ stato anche premiato per l’incisione dell’opera omnia di Debussy, incluso il BBC Music Magazine Award per il Volume 3 e il Gramophone Award per il Volume 4. Il primo volume del progetto di incisione dell’opera omnia per pianoforte di Haydn ha ricevuto il prestigioso Choc de l’Année. Tra i suoi prossimi progetti discografici i Concerti per pianoforte di Mozart.

Studente di Pierre Sancan al Conservatorio di Parigi, Bavouzet è stato invitato da Sir George Solti a debuttare con l’Orchestre de Paris nel 1995 ed è considerato l’ultima scoperta del Maestro.

Accanto all’attività concertistica, Bavouzet ha di recente completato una trascrizione per due pianoforti di Jeux di Debussy, pubblicata da Durand con una prefazione di Pierre Boulez. Ha vinto il primo premio nella International Beethoven Competition a Colonia così come il Young Concert Artists Auditions a New York nel 1986.

Bavouzet è il direttore artistico del  Lofoten Piano Festival in Norvegia.

 

Gennaio 2016