La Repubblica

sab 13 mag 2006

Lieve e spiritoso

ha cavato dalla tinta salottiera come dalle semplici onomatopee e dalle allegre trovate strumentali un tono musicale ideale: nobile e garrulo, arguto ma solido