Christoph Altstaedt


Ha studiato pianoforte e direzione d’orchestra al Conservatorio di Detmold proseguendo   poi lo studio del pianoforte con Jean-Efflam Bavouzet. Nel 2002  ha proseguito gli studi presso il Conservatorio Hanns Eisler di Berlino.

Nel 2003  una borsa di studio del Dirigentenforum del Consiglio della Musica tedesco gli ha permesso di frequentare i corsi di Kurt Masur, Pierre Boulez (a Lucerna) Sebastian Weigle, Johnnes Kalitzke e Jorma Panula.

Negli anni  2008 e 2009  è stato uno dei tre direttore invitati a Tanglewood, dove è stato assistente di Levine per il Don Giovanni.

Il debutto operistico avviene nel 2006 allo Staatstheater am Gaertnerplatz,dove ha direttore un  gran numero di opere. Nel 2010 inizia la collaborazione con la Deutsche Oper am Rhein.

Dal 2004 al 2011 dirige il Junge Klangforum Mitte Europa, un’orchestra giovanile  che comprende studenti della Polonia, della Repubblica Ceca e della Germania, orchestra pluripremiata, tra l’altro con il Premio Imperiale.

Parallela alla carriera operistica quella sinfonica: ha diretto, fra le altre, l e Orchestre della Konzerthaus di Berlino, la SWR di Stoccarda, l’Orchestra della Hessischer Rundfunk di Francoforte e  ancora le Orchestre di Oslo, di Indianapolis, di Helsingborg, della Casa da Musica di Porto. Ha realizzato produzioni radiofoniche con le Orchestre di Bamberg e  NItteldeutscher Rundfunk di Lipsia.

Nella stagione 2016/17 ha diretto la Glyndebourne Opera nella produzione del Ratto dal Serraglio di David McVicars, la stessa opera che  ha poi diretto al Festival di Savonlinna e all’Opera di Zurigo.