Emmanuel Tjeknavorian


Considerato un “talento eccezionale” (Der Tagesspiegel), il violinista e direttore Emmanuel Tjeknavorian è tra i più promettenti della sua generazione.

Durante la stagione 2019/20 suonerà con la London Philharmonic Orchestra, la Philharmonia Orchestra, la Konzerthausorchester di Berlino, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e la Yomiuri Nippon Symphony Orchestra; tornerà a San Pietroburgo e a Vienna. Collaborerà con i direttori Alain Altinoglu, Christoph Eschenbach, Markus Poschner e Yuri Temirkanov. In più, come più giovane Artist in Residence della Musikverein di Vienna, terrà un serie di concerti nella nota sala e tornerà alla Konzerthaus di Dortmund come uno dei giovani “Junge Wilde”.

Come direttore debutta alla direzione della Chamber Orchestra di Vienna e dell’orchestra di Göttingen.

Nel 2020 verrà pubblicato il suo secondo album che comprende i concerti per violino di Jean Sibelius e brani eseguiti con il padre, Loris Tjeknavorian, registrati con l’orchestra di Francoforte e Pablo Gonzales. Nel 2017 è stato pubblicato con Sony Classical il CD Solo, che ha vinto l’OPUS Klassik nel 2018.

Vincitore del premio per la “Migliore interpretazione” e del secondo premio al Concorso internazionale Jean Sibelius, nel 2015, ha riscosso subito grande successo internazionale ed è stato invitato dalle orchestre più prestigiose, collaborando con direttori quali Semyon Bychkov, Riccardo Chailly, Adam Fischer, Edward Gardner, Nicholas Milton, Kristiina Poska, Michael Sanderling e John Storgårds.

Ospite regolare dei festival più importanti, ha ricevuto il LOTTO Sponsorship Prize al Rheingau Musica Festival e si è esibito anche ai festival di Grafenegg, Enescu e Sankt Gallen. La scorsa estate ha suonato il violino “Costa”, appartenuto a Mozart, ai Festival di Salisburgo e di Aix-en-Provence. È inoltre “Rising star” di questa stagione dell’European Concert Hall Organisation, “Great Talent” della Konzaethaus di Vienna e ospite prediletto della Orpheum Foundation di Zurigo.

Da settembre 2017 ha un suo programma radiofonico, “Der Klassik-Tjek” alla Radio Klassik Stephansdom di Vienna.  

È nato a Vienna nel 1995 ed è cresciuto in una famiglia di musicisti. Ha ricevuto la sua prima lezione di violino all’età di cinque anni e due anni dopo ha tenuto il primo concerto con orchestra. Nel 2011 ha iniziato a studiare con Gerhard Schulz, membro dell’Alban Berg Quartet, all’Università di Vienna. Nel 2014 ha iniziato a studiare direzione d’orchestra con suo padre, Loris Tjeknavorian, e ha seguito masterclass per giovani direttori in Inghilterra e in Italia 

Suona un’Antonio Stradivari del 1698, generosamente donatogli da un benefattore della “Beare’s International Violin Society” di Londra.

Aggiornata alla Stagione 2019/20. Non modificare senza autorizzazione.