Grammophone Marzo 2007

Tue 10 Apr 2007

Essere 'presente alla nascita' dà sicuramente a questo pianista un punto di vista unico

L’ampiezza della coloritura di cui permea le strutture fortemente stratificate di Berio ne facilitano la comprensione: finora è l’incisione di riferimento.L’anno scorso l’industria discografica si è occupata di Berio – due cicli di Sequenze (Mode e Naxos, 10/06), un disco con Highlights di Sequenze (Black Box 12/06) e l’integrale della musica per pianoforte eseguita da Francesco Tiziano Schlimé (Sisyphe) dimostrando come Berio abbia evitato il calo di popolarità che di solito segue la morte di un compositore.

In questo campo affollato c’è anche Andrea Lucchesini, amico intimo di Berio e pianista d’elezione per il suo concerto per pianoforte Echoing Curves.

Risultato delizioso di questa amicizia sono i due brevi brani per due pianoforti Touch e Canzonette, composti da Berio come dono di nozze per Lucchesini e sua moglie Valentina Pagni, e qui registrati per la prima volta.

Mentre Berio componeva la sua Sonata per pianoforte, Lucchesini era all’altro capo di un fax per controllare via via la fattibilità delle sue richieste, e aver assistito alla nascita dell’opera lo ha legato in modo particolare ad essa. Il nocciolo concettuale è un’intrigante dialogo tra un Si maggiore ripetuto ostinatamente e un’ispirazione seriale, e il lavoro si sviluppa in un labirinto costruttivista delimitato da queste due polarità. Alla fine il Si maggiore si trasforma in veloci tremoli e il raffinato orecchio di Lucchesini dona all’opera quel tocco trascinante che Schlimé non è in grado di eguagliare.

L’ampiezza della coloritura di cui permea le strutture fortemente stratificate di Berio ne facilitano la comprensione: finora è l’incisione di riferimento.

Questa stessa chiarezza strutturale aiuta a comunicare un dialogo strategico tra l’attacco nervoso e gli echi risonanti della Sequenza mentre le Cinque Variazioni sono un potente richiamo agli interessi alla base della formazione di Berio.
Philip Clark
Philip Clark