Rudolf Buchbinder


Rudolf Buchbinder è oggi  unanimamente riconosciuto come uno dei grandi interpreti del nostro tempo. Da più di 50 anni suona con le più importanti orchestre e direttori, in tutto il mondo. Il suo vastissimo repertorio si estende da Bach fino ai contemporanei, repertorio documentato da più di 100 registrazioni, molte delle quali hanno ricevuto prestigiosi premi internazionali.

Grande impressione ha sollevato l’incisione dell’integrale delle Sonate di Haydn (Werner Classics) premiata  con il Grand Prix du Disque e quella delle Sonate di Beethoven, incise live alla Semper Oper di Dresda (Sony/RCA Red Seal), premiata con l’ECHO Klassik 2012 nella categoria Strumentista dell’anno e con lo Choc de l’année 2012.

Dopo l’incisione live di Mozart e dei Concerti di Beethoven con i Wiener Philhrmoniker, nel 2015 è stato pubblicato un CD con opere per pianoforte solo di Bach per la Sony Classical.

Di particolare importanza l’interpretazione delle opere di Beethoven. Con i ripetuti cicli delle 32 Sonate, Buchbinder ne ha segnato la storia dell’interpretazione. Più di 45 città lo hanno visto protagonista del ciclo: Vienna, Berlino, Pechino, Buenos Aires, San Pietroburgo, Milano, Monaco, Dresda, Istanbul e Zurigo fra le altre. Primo pianista nella storia del Festival, a Salisburgo nel 2014 ha eseguito le 32 Sonate in 7 récitals che sono stati filmati dalla Unitel. Nello stesso periodo è stato pubblicato dalla Residenz Verlag il suo secondo libro "Il mio Beethoven - vita con il Maestro". Al Festival di Edimburgo 2015 il ciclo delle Sonate in nove concerti.

Lo stretto connubio con le opere di Beethoven continuerà anche nei prossimi anni. Nel corso della stagione 2015/16 presenterà il suo 50° ciclo delle 32 Sonate al Musikverein di Vienna.

L’interpretazione si basa sulla ricerca approfondita delle fonti. Buchbinder è un appassionato collezionista delle partiture storiche e possiede 38 edizioni complete delle Sonate di Beethoven, una ricca collezione di prime edizioni e edizioni originali, nonché le copie delle parti e delle partiture dei due Concerti di Brahms, annotate da Brahms stesso.

Dal 2007 Rudolf Buchbinder è direttore artistico del Festival di Grafenegg, che sotto la sua guida è diventato in breve tempo uno dei più importanti festival europei. Nella sua biografia "Da Capo", con la prefazione di Joachim Kaiser, Buchbinder apre degli squarci sulla  sua vita e la sua esperienza musicale.

2015/16