Veronika Eberle


"Un'esperienza di leggerezza ineguagliabile, bellezza musicale, duttilità e maturità artistica" (Frankfurter Allgemeine Zeitung)

Veronika Eberle è considerata uno dei talenti tedeschi più promettenti negli ultimi anni.

Il suo eccezionale talento, l'equilibrio e la maturità della sua abilità musicale le hanno valso numerosi riconoscimenti tra i quali  la Nippon Foundation, il Borletti-Buitoni Trust , il Musikleben Deutsche Stiftung (Amburgo).

Tra i suoi più recenti impegni, ricordiamo i concerti  con la New York Philharmonic e  Alan Gilbert, con la Concertgebouw Orchestra e Heinz Holliger, con la Swedish Radio Symphony diretta da Daniel Harding, con la NHK Symphony di Tokyo, diretta da Roger Norrington e l’Aspen Festival con David Robertson.

Ha ottenuto un grande successo personale a giugno 2014 con il concerto a Londra con la LSO diretta da Sir Simon Rattle.

In recital, Veronika Eberle tornerà al Master Series alla Wigmore Hall di Londra con Shai Wosner, a New York (Carnegie Hall), Salisburgo (Mozarteum), Monaco di Baviera (Herkulesaal), Amsterdam (Concertgebouw), Bruxelles (Bozar), Parigi (Theatre de la Ville), Zurigo (Tonhalle ) e il Festival di Lucerna.

Veronika si dedica con passione anche alla musica da camera collaborando  in particolare con Shai Wosner, Lars Vogt, Martin Helmchen, Marie-Elisabeth Hecker, Renaud Capuçon, Antoine Tamestit,  .

Nel maggio 2016 parteciperà ad un grande progetto di musica da camera con Ana Prohaska.

Veronika Eberle è nata nel 1988 a Donauwörth,  dove ha iniziato lo studio del violino all'età di sei anni. Successivamente ha studiato presso il Conservatorio di Monaco di Baviera, con Olga Voitova. Dopo aver studiato privatamente con Christoph Poppen per un anno, ha seguito i corsi di Ana Chumachenco  alla Hochschule di Monaco di Baviera,

Dal suo debutto, all'età di 10 anni  con i Münchener Symphoniker, ha suonato con le migliori orchestre del mondo, in particolare ricordiamo il concerto di Beethoven con i Berliner Philharmoniker, diretti da sir Simon Rattle al festival di Salisburgo del 2006.

Veronika Eberle suona il violino Stradivari “Dragonetti” del 1700, per gentile concessione della Nippon Music Foundation.

Nel corso degli anni, Veronika Eberle ha beneficiato del sostegno di un certo numero di prestigiose organizzazioni, tra cui la Nippon Foundation, il Borletti-Buitoni Trust (Fellowship nel 2008), l'Orpheum Stiftung zur Förderung Junger Solisten (Zurigo), la Deutsche Stiftung Musikleben (Amburgo) e Jürgen Ponto-Stiftung (Francoforte). Ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale Yfrah Neaman 2003 a Magonza, ed ha avuto il premio del pubblico ai festival dello Schleswig-Holstein e  e del Mecklenburg-Vorpommern Festival. E’ stata una New Generation Artist 2011-2013 BBC Radio 3.