Classical Concerts

Wed 2 Apr 2008

Ashkenazy e Steinbacher protagonisti di un grande concerto 'europeo'

Quanti colori e sfumature nel suo suonare! E quanta poesia e sensibilità! Arabella Steinbacher ha mostrato qualità altissime, che di diritto la pongono tra i più grandi violinisti contemporanei. Atmosfera delle grandi occasioni, venerdì 28 marzo al Conservatorio di Milano: in un concerto straordinario di Serate Musicali si è esibita la European Union Youth Orchestra (EUYO), diretta da una autentica leggenda quale Vladimir Ashkenazy; violino solista un talento eccezionale, la giovane Arabella Steinbacher...

...La vera perla della serata è stata l'esibizione di Arabella Steinbacher nel Concerto per violino e orchestra in re minore op. 47 di Sibelius.

L'opera è di per sè stupenda, melanconica, sognante, di estrema difficoltà per il solista. Arabella Steinbacher ha mostrato qualità altissime, che di diritto la pongono tra i più grandi violinisti contemporanei.

Non a caso è stata sostenuta e aiutata all'inzio della sua carriera da Anne Sophie Mutter. Quanti colori e sfumature nel suo suonare! E quanta poesia e sensibilità!

Arabella suona lo Stradivari "Booth" del 1716: strumento dal suono caldo e pastoso, splendido... E'incredibile come ogni strumento del Maestro liutaio di Cremona abbia un suo suono, una sua personalità... Nelle mani di una grande violinista tutta la magia dello strumento si sprigiona e si fa viva, reale.
M.A.