Pascal Rophé


Musicista innovativo e appassionato, Rophé è uno dei direttori d’orchestra francesi più richiesti di oggi. Attualmente è direttore musicale dell’Orchestre National des Pays de la Loire, posizione che occupa dalla stagione 2014/15.

Benchè sia noto come una delle figure più importanti per il repertorio del 20° secolo e invitato da tutti i complessi che a tale repertorio si dedicano, Rophè si è costruito una reputazione invidiabile per le sue esecuzioni del grande repertorio sinfonico del 18° e 19° secolo. Repertorio perfettamente coerente con lo choc ricevuto dalla scoperta di tre partiture che hanno avuto un ruolo catalizzatore nella sua carriera: la Sagra della Primavera di Stravinskij, il Marteau sans Maitre di Boulez e la IX Sinfonia di Beethoven.

A partire dal 1992, dopo gli studi al Conservatoire National Supérieur de Musique de Paris e il secondo premio, nel 1988, al Concorso Internazionale di Besançon, Rophé ha collaborato strettamente con Pierre Boulez e David Robertson con l’Ensemble Intercontemporain.

In Francia come all’estero Rophé ha collaborato con molte delle più importanti orchestre, è stato, tra l’altro, direttore musicale dell’Orchetre Philharmonique Royale di Liegi per tre anni, fino al giugno 2009.

Si dedica intensamente anche al repertorio operistico, dirigendo almeno due opere per ogni stagione (Pelléas et Mélisande con la Glyndebourne Touring Opera, Thais All’Opera di Roma, Der fleigende Hollaender e il Dialogo delle Carmelitane al Festival di Primavera di Budapest). Ha diretto Galilée di Michael Jarrell al Grand Théatre di Ginevra, Héloise et Abélard di Ahmed Essyad allo Chatelet, Médée di Michèle Reverdy all’Opera di Lione e recentemente L’Autre Coté di Bruno Mantovani alla Cité de la Musique. Nell’aprile 2011 ha diretto la prima esecuzione di Akhmatova di Bruno Mantovani all’Opéra National de Paris. Nella primavera 2013 ha diretto Anna Caterina Antonacci e l’Orchestra Filarmonica del Lussemburgo nella Voix Humaine di Poulenc e Il Segreto di Susanna di Wolf-ferrari a Parigi e in Lussemburgo.

P. Rophé ha ricevuto numerosi riconoscimenti per le sue incisioni discografiche con le Orchestre di Radio France, BBC, Suisse Romande, Orchetre Philharmonique Royal di Liegi, l’Orchestra Sinfonica Nazionale di Torino etc. Una nuova incisione delle opere di Dutilleux sarà pubblicata dalla BIS nel 2016 per celebrare il centenario della nascita del compositore.

2015/16